Prova di taglio mediante accetta litica

L ’accetta in oggetto è stata immanicata su di un supporto ligneo, più precisamente quercia bianca.

Nell’ esperimento è stato abbattuto un albero di olmo necessario alla costruzione di un arco. La domanda che da sempre ci siamo posti è quanto tempo occorreva ad un nostro antenato neolitico per abbattere un albero.

Il nostro albero misurava un diametro di circa 15 cm, la lama realizzata in serpentino e fissata con tendine e collagene; l’utensile si è dimostrato molto efficace, naturalmente con un simile attrezzo non possiamo lavorare come con una moderna ascia in metallo.

Anziché un colpo energico con questo tipo di ascia ne servono almeno tre e piuttosto delicati, l’ incisione operata nel legno sembra assomigliare ad una (rosicchiatura) di castoro.

Come residuo della operazione di taglio, abbiamo non scaglie ne schegge ma una segatura abbastanza fine, derivata dall’azione di asportazione dovuta alle centinaia di colpi inferti all’albero Tempi e osservazioni: il tempo impiegato per il taglio è stato di 49 minuti.

Angolo di inclinazione dell’immanicatura è di 85° La lama in serpentino non ha necessitato di affilatura durante la lavorazione. Il punto di inserzione dell’ascia nel legno, e la relativa legatura in tendine , non hanno subito danni durante l’uso.

  Riccardo Chessa